Blog

Smart city: accordo internazionale sugli standard tecnologici

In occasione dell’ultimo forum mondiale sulle smart cities di Singapore, le principali organizzazioni che si occupano di delineare gli standard tecnologici a livello internazionale hanno stipulato un accordo sul tema smart cities e smart communities.

Si legge infatti su Key4biz che l’IEC (International electrotechnical commission), ISO (International organisation for standardisation), IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers), CEN (Comité Européen de Normalisation), Cenelec (Comité européen de normalisation en électronique et en électrotechnique) ed Etsi (European Telecommunications Standards Institute), “hanno sottoscritto un piano di collaborazione per sviluppare e fissare degli standard comuni relativi alle tecnologie e i servizi dedicati a città e comunità intelligenti. L’incontro, a cui hanno partecipato 300 invitati tra urbanisti, sindaci, architetti, utilities, aziende di trasporto, specialisti data security e rappresentanti del settore industriale, è stato organizzato da IEC, in partnership con ISO e ITU per lavorare a procedure più efficaci, efficienti e moderne.”

“Se parliamo di smart cities nessuna organizzazione da sola è in grado di far fronte alla complessità della materia – sostiene Frans Vreeswijk, segretario generale e Ceo di IEC – le città del futuro sono un tema multidimensionale, sono sistemi di sistemi che si devono far funzionare in maniera sincronizzata, è necessario un lavoro di squadra”.

Tutte le sigle coinvolte si dedicheranno nei prossimi mesi alla creazione di un programma di attività e incontri, che poi sarà approvato durante il 2017, “aperto anche ad esperti di diverse discipline relative lo sviluppo urbano, agli amministratori pubblici, agli innovatori, agli urbanisti, alle smart communities e le aziende del settore, col fine di sviluppare un’idea di smart city più avanzata ed efficiente possibile.”