Blog

Una nuova piattaforma per monitorare le miglior pratiche nei Servizi Pubblici

Economia circolare, responsabilità sociale, innovazione, efficienza energetica e sviluppo. Di questo parlano i 274 progetti di aziende dei servizi pubblici contenute in “Utili all’Italia”, la banca dati che contiene i risultati del Primo censimento delle migliori pratiche nei Servizi Pubblici realizzato da Utilitalia, la federazione che riunisce 500 imprese italiane dei servizi idrici, energetici e ambientali. Si tratta di un database gratuito, aperto e consultabile.

“L’economia circolare e l’uso efficiente delle risorse rappresentano il processo economico del futuro. Le imprese e le utility devono prepararsi a questa sfida. Oggi già abbiamo esempi di tecnologie e innovazione all’avanguardia di cui l’Italia può andar fiera: molte delle nostre imprese sono pronte a esportare a testa alta questo ‘know how’ su nuovi mercati”.

Così il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti intervenendo alla presentazione di ‘Utili all’Italia’, il Primo censimento delle migliori pratiche nei Servizi Pubblici realizzato da Utilitalia, la federazione che riunisce 500 imprese italiane dei servizi idrici, energetici e ambientali, presentato oggi a Roma.

“L’impegno del nostro Paese nel mantenere vivo l’accordo di Parigi ci spinge a diffondere, soprattutto nel tessuto delle medie e piccole imprese, i principi legati all’economia circolare – osserva Galletti – per questo la sostenibilità deve diventare il punto chiave delle strategie aziendali”. “Quando parlo di ambiente, oggi, non parlo più soltanto del mio ministero – conclude il ministro – ma coinvolgo un insieme di questioni, che vanno dall’economia allo sviluppo alle infrastrutture. E per esempio con la nuova Strategia energetica nazionale (Sen) mi trovo a pianificare il Piano Industriale del Paese per i prossimi 20 anni”. (Fonte: Ansa)